Cinque consigli per gestire al meglio un supermercato

Ad oggi il supermercato è diventato praticamente un bisogno di prima necessità, spodestando il potere dei minimarket e delle piccole botteghe, offrendo molti più vantaggi. Ma gestire un supermercato richiede impegno, non solo nella quantità di lavoro, ma soprattutto nella qualità, dovendo far fronte a molte responsabilità.

Che sia la soddisfazione del cliente, con prodotti di qualità, o l’assicurazione di un ambiente pulito e impeccabile, chiedendo l’intervento di un’azienda di pulizie supermercati, chi si trova a dover gestire un superstore non può assolutamente lasciare niente al caso.

Studia la competizione

Che sia un franchising o un supermercato indipendente, ad oggi è praticamente impossibile riuscire ad aprire un nuovo store in una zona totalmente sterile, priva di competitor nelle vicinanze. Finché i prodotti venduti e i fornitori saranno diversi non c’è molto di cui preoccuparsi, ma dal momento che si avranno gli stessi fornitori allora è bene fare delle valutazioni. Il consiglio è quello di studiare la competizione, sia nei prezzi proposti, le offerte, gli orari d’apertura e i vantaggi dati ai propri clienti, magari tramite una tessera fedeltà. In questo modo saprai come rispondere e riuscire ad avere la tua visibilità.

Cerca di creare un ambiente affiatato per i tuoi dipendenti

Un supermercato è come un’enorme macchina, in cui i dipendenti sono gli ingranaggi. Basta che solo uno di questi non funzioni, per mandare in tilt l’intero sistema. Prima di pensare a formazione e assegnazione dei compiti, l’aspetto fondamentale deve essere la cooperazione dei dipendenti, così da fare in modo che possano aiutarsi a vicenda e far funzionare sempre al meglio l’enorme macchina del supermercato. Per riuscire a fare questo, incentiva il loro benessere e la loro socialità, permetti loro di conoscersi, aiuta a farli andare d’accordo e vedrai che ne guadagnerai in produttività.

Assicurati della pulizia

Non c’è molto da dire, ma sicuramente è un punto da sottolineare, data la sua importanza. Un supermercato sporco è un supermercato in perdita. Che siano i pavimenti ben lucidati, le porte a vetri dei frighi senza aloni, o semplicemente lo sporco alimentare residuo nel reparto ortofrutticolo, è bene che tutto sia pulito e profumato.

L’aspetto e il primo impatto fanno molto sulla fidelizzazione del cliente.

Stabilisci un programma di controllo scadenze

Il numero di prodotti presenti in negozio è davvero grande e per questo riuscire a controllare tutte le scadenze è quasi impossibile, sembra ovvio che prima o poi qualcosa si perda, ma questo non deve succedere. Ci sono tecniche di assortimento che permettono di velocizzare i controlli quotidiani delle scadenze e file su computer preparati apposta per la verifica e il promemoria, ma un controllo in più non può che fare bene.

Stabilire un programma significa decidere che secondo un tempo cadenzato si procede a un giro di verifica delle scadenze, così da essere certi di non essersi persi assolutamente niente.

Conosci i tuoi clienti

A volte può succedere che un prodotto resti invenduto e incida sulle perdite, oltre che essere un terribile spreco. Questo può succedere perché in quella zona, per i clienti e possibili clienti che abitano nel circondario, quel prodotto non rientra tra i bisogni e gli interessiConoscere le abitudini e i bisogni della propria clientela permette di offrire loro quello che vogliono al momento giusto, ottenendo così un aumento delle vendite. Esistono molti modi per conoscere i propri clienti, tramite questionari e ricerche di mercato, ma ad oggi i social possono essere un ottimo aiuto.