Quale fondo europeo scegliere: alcuni consigli

Puntare a fondi in Europa comporta guadagnare di più, ma prendersi qualche rischio.  Ecco l’attuale panoramica dei fondi che agiscono in Stati membri dell’EMU o che si basano sul meccanismo di cambio continentale (ERM II).

Candriam Quant Equities MF EMU N Acc EUR

Questo fondo investe in azioni quotate in borsa e lo fa rispettando dei modelli specifici “quantitativi”. La qualità dell’azione risulta dal fatto che ciascun modello sceglie i titoli più interessanti per ogni settore. La strategia d’investimento è neutra in confronto all’indice della Morning Star per i paesi dell’Unione Monetaria Europea.

Investe in prevalenza in tecnologia e in piccole quantità in finanza, consumi ciclici e salute.

Fondi Allianz

I fondi in questione sono due: Euroland Equity Growth AT EUR e CT EUR. Che differenze ci sono?

Il primo incrementa il capitale nel lungo periodo e compra e vende azioni e titoli dell’Eurozona. Il secondo lo fa, ma investendo il 75% in azioni e titoli europei.

In entrambi gli investimenti in attività non possono superare il 20% in azioni e titoli di emittenti collocati in paesi che seguono l’ERM II. Inoltre consentono di riscattare le azioni del fondo dal lunedì al venerdì e il settore forte è la tecnologia.

UBS (Lux) EF Euro Countries Oppo (EUR) P

Questo fondo ha una gestione molto attiva di 30/50 titoli e investe in Eurolandia. I prodotti sono sia small che mid cap e soprattutto è varia l’esposizione del mercato rispetto al benchmark. Settore principe: la tecnologia e a seguire la finanza e i beni industriali.

BGF Euro-Markets E2/C2

Due strumenti che puntano al 70% di azioni europee o di paesi dell’UE che in futuro entreranno nel UME o che agiscono in paesi aderenti al mercato monetario europeo. Grosse quote vengono immesse in beni industriali e tecnologia.

EdR SICAV

Sono SICAV che puntano ad aumentare il capitale investito optando per le società della PMI francese. Periodo per massimizzare i risultati oltre i cinque anni.

Ottimi sono i criteri di selezione della strategia di investimento e altrettanto interessante la limitazione del rischio. Puntano forte sui beni industriali.

Fondi Fidelity Sustainable Euroz Eq A- Acc – EUR/ E-Acc – EUR

Il primo è un fondo di investimento che promette guadagni, purché si accetti una dilazione del tempo maggiore dei 10 anni. La strategia è basata su un insieme di portafogli che punta dritto ai titoli azionari di società europee. Soprattutto a quelli tecnologici.

Il secondo è proiettato ancora verso guadagni a lungo termine e con lo stesso tipo di portafoglio.

Anche qui il settore cardine è il tecnologico.  

DWS Invest Top Euroland NC

Il gruppo dei fondi è ben reputato in Germania, Europa, America e Asia. L’obiettivo è portare il fondista a un guadagno superiore alla media. Le società a cui punta sono quelle di maggiore capitalizzazione. Il portafoglio è incentrato sui 40/60 titoli azionari. Settore di punta è quello tecnologico.

Ovviamente fuori dall’Europa ci sono fondi americani come il FRANKLIN TECHNOLOGY FUND “N” EUR, di FRANKLIN TEMPLETON INVESTMENTS codice ISIN lu0140363697 che possono stuzzicare i fondisti ancor più intraprendenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi